DAVID DIOP

 

69910471_665927450596070_8753088292062232576_n

Di libri che parlano della guerra in Europa che ne sono a bizzeffe. Non si può dire altrettanto della letteratura bellica scritta da autori afrodiscendenti.

Fratelli d’anima è ambientato sul fronte occidentale, con la guerra che vede mescolati fucilieri senegalesi e le loro controparti bianche, e qui, combattono fianco a fianco due amici, Alfa Ndiaye e Mademba Diop, che non sono fratelli di sangue, ma d’anima. Il loro rapporto è costituito dai tipici sprazzi di vita giovanili prima di partire per il conflitto bellico che ha inferto loro colpi letali. Il trauma della perdita per Ndiaye lo porterà ad una esistenza paranoica, sull’orlo della follia in mezzo a commilitoni, che osserveranno sgomenti le sue gesta.

Fortuna ci sono libri come questo che tengono a galla la memoria di quei combattenti africani senza nome che hanno perso il loro corpo e la loro giovinezza per la causa europea, e che quella stessa Europa ha prontamente rimosso dai libri di storia.

La Francia del capitano ha bisogno che noi facciamo i selvaggi quando le fa comodo.

Stessa rivalità tra i Keita e i Soumaré. Stessa cosa tra i Diallo e i Faye, i Kane e i Thioune, i Diané, i Kourouma, i Bèye, i Fakoli, i Sall, i Dieng, i Seck, i Ka, i Cissé, gli Ndour, i Touré, i Camara, i Ba, i Fall, i Coulibaly, i Sonko, i Sy, i Cissokho, i Dramé, i Traoré.

 

TITOLO ORIGINALE_ FRÈRE D’ÂME

USCITA IN ITALIA: 2018

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...