ADUA

        IGIABA SCEGO

                         20170320_103714

Lo stivale è il paese straniero sognato, mitizzato e poi disamorato da Adua, una donna  che dal Corno d’Africa piena di speranze e bei sogni, giunse a Roma. Con ingenuità si affidò ad alla  città venendo prosciugata da certi loschi personaggi che sfruttarono la sua fragilità, inducendola a condurre una esistenza che la portò a svuotare la sua pura essenza.

La Somalia, è luogo ammaliante, pieno d’incanto ma, talvolta, di insidie attraversato da ferite di guerre vecchie e nuove. Gli abitanti di questa parte del continente sono legati all’Italia dal passato, ma essi, una volta giunti qui, non vengono salutati dagli italiani come  lontani cittadini d’oltremare e non vengono nemmeno appellati come “cugini”. La delusione seguita dalle aspettative, è uno dei temi di questo romanzo, assieme all’ educazione e la condizione della donna.

 

<<Ma… è che muoio dalla voglio di giacere con una bella abissina. A Roma ho trovato certe fotine che proprio mi hanno invogliato>>.

 

Pubblicazione in Italia:                       2015

 

Autore: Comfort

Blogger di letteratura ed arte africana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...